Visualizzazioni totali

Newsletter

domenica 25 gennaio 2015

"Mr. Turner"

Torniamo con una vera e propria chicca nella rubrica cinema: in anteprima assoluta la recensione del film "Mr. Turner" in uscita ufficiale in Italia solo il 29 di questo mese!
L'occasione per vederlo è stata la proiezione in lingua originale alla cineteca di Bologna con tanto di presenza di regista e attrice protagonista.
Entriamo però subito nel vivo.



Per questa recensione, trattandosi di un bio-film, anche se non proprio nel senso classico del termine, non suddivideremo la recensione in tre parti ma faremo un discorso unico, visto anche che la "trama" è facilmente reperibile se non già conosciuta da chi sia appassionato del pittore.
Le vicende trattano la vita di Turner, grande paesaggista del XVIII/XIX secolo inglese, a partire da un'età già avanzata, quando già la fama lo aveva sicuramente condotto sulla via del successo.
Da qui subito la prima nota diversa rispetto ad altri film simili (e sicuramente opposto ai classici filmoni di hollywood): il protagonista è brutto. Decisamente brutto, si esprime per metà del film a mugugni e non ha certo un comportamento -dal punto di vista morale nei confronti della famiglia- impeccabile.
Essendo stati condotti studi accuratissimi (il film è candidato a ben 4 premi oscar, compresi fotografia e costumi) prendiamo per sicuro che il personaggio fosse e si comportasse davvero in questo modo. Bene, se così fosse il film è assolutamente azzeccato: la durata è leggermente eccessiva però è compensata dal cambio continuo di "focus" su arte e rapporti, sul modo di dipingere e i rapporti umani, sul cambiamento che occorre in uno dei due aspetti che influisce sull'altro.
Vero è che forse ci si sarebbe aspettati qualche momento in più di pathos (io personalmente avrei gradito un momento topico, per esempio conclusivo in cui si realizza un suo sogno che il pittore esprime verso la fine del lungometraggio -che non vi svelo- con una musica adatta, come quelle splendide del trailer ad esempio) mentre per tutto il film ad accompagnare i momenti di solitudine dell'uomo c'è sempre e solo la stessa debole colonna sonora.

Comunque la fotografia, ambientazioni ma soprattutto i paesaggi sono davvero impressionanti e ci regalano un Regno Unito da ammirare, tra campagne dell'entroterra e le bianche scogliere di Dover.

Nota di merito per l'interpretazione di Timothy Spall, assolutamente perfetto per la parte.
Il passaggio dai momenti di entusiasmo, a quelli di "finto interesse" fino a quelli di disperazione sono espressi in maniera davvero encomiabile con solo pochi cenni e sussurri, caratterizzando ancora di più un personaggio che si esalta (giustamente) del proprio lavoro fino a vedere come il suo cambio di stile, opposto alla moda che stava diffondendosi, vada incontro alle critiche della gente ma non per questo demorde, convincendosi anzi di meritare un posto d'onore nell'olimpo dei pittori britannici.

Per concludere, consiglio il film? Ero molto indeciso sul da farsi, avevo inizialmente pensato e optato per un 50&50, vista la particolarità della pellicola e soprattutto la non intenzione dello stesso di svelare tutto del pittore (come invece ci si aspetterebbe da un documentario) ma di raccontare una storia, suffragata solo dal fatto che il personaggio è (o comunque è stato) realmente di dominio pubblico ma sarebbe benissimo potuto essere fittizio e il film non sarebbe cambiato di una virgola.
Alla fine ho cambiato idea anche in base alla risposta data dal regista a una domanda (più un'affermazione) fatta da uno spettatore, che qui vi allego:

Domanda "Io sono venuto qui pensando di scoprire molte cose nuove su Turner e il suo modo di dipingere. Non è stato così"
Risposta (interprete) "Può ampliare un po' la domanda? Specificare meglio?"
Domanda "Certo, amplio: ho trovato il film estremamente noioso!"
Risposta regista "


FONTE: WIKIPEDIA
Titolo originaleMr. Turner
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneRegno Unito
Anno2014
Durata149 min
Colorecolore
Audiosonoro
Generebiografico
RegiaMike Leigh
SceneggiaturaMike Leigh
ProduttoreGeorgina Lowe
Produttore esecutivoNorman Merry
Casa di produzioneFilm4, Focus Features International, Lipsync Productions, Thin Man Films, Xofa Productions
Distribuzione(Italia)BiM Distribuzione
FotografiaDick Pope
MontaggioJon Gregory
Effetti specialiPeter Kersey
MusicheGary Yershon
ScenografiaSuzie Davies
CostumiJacqueline Durran
TruccoChristine Blundell
Interpreti e personaggi
VOTO: